Contattaci: +39 0433 44445

I BAMBINI E IL CIELO
28 Aprile - 30 Settembre 2012 

LA MOSTRA

Dedicata ai bambini che la Sacra Scrittura ricorda tra i protagonisti della storia della salvezza, indicando l'infanzia come la condizione spirituale di massima autenticità in cui l'uomo può trovarsi, la mostra racconta attraverso ottanta opere di grande pregio lo speciale rapporto tra Dio e i piccoli, fino a scrutare la dolcezza del mistero del Dio che si è fatto Bambino. 
Nella Casa delle Esposizioni di Illegio, in Carnia (FriuliVG), si potranno ammirare pitture su tavola lignea, dipinti su tela, sculture, altari, dal primo secolo a.C. fino al Novecento, selezionati dalle sedi museali più prestigiose d’Europa, come i Musei Vaticani, gli Uffizi di Firenze, Galleria Borghese di Roma, le Gallerie dell’Accademia di Venezia, il Museo Thyssen Bornemisza di Madrid, il KunstHistorisches Museum di Vienna ed altre ancora.
La mostra dipana il suo racconto tra alcune iconografie familiari e altre rarissime, attraverso gioielli di altissima qualità come il San Cristoforo di Lucas Cranach il Vecchio, La preghiera di Abramo e Isacco di David Teniers il Giovane, La Natività dell'atelier di Hans Memling, la Madonna del Pollice di Giovanni Bellini, il grandioso Venere e Mercurio presentano Cupido a Giove di Paolo Caliari detto il Veronese. Diversi gli inediti presenti in mostra, specialmente nelle sezioni dedicate alla scultura tra Duecento e Quattrocento italiano. Infine, un cenno sul passaggio dall'infanzia sacra di soggetto biblico alla sacralità dell'infanzia di soggetto sociale, dall'Ottocento in avanti, con i temi dei bambini sfruttati o della nostalgia di un'innocenza che abbiamo perduto. Un'indagine nell'iconografia religiosa, dunque, ma anche un percorso per comprendere, in questa epoca che rischia il collasso per mancanza di infanzia, come ritrovare noi stessi e il Dio Bambino.